Il museo “Casa di Osiride Brovedani” ha l’obiettivo di far conoscere la figura di Osiride Brovedani ai concittadini e soprattutto ai giovani e ai ragazzi delle scuole.
La Fondazione Osiride Brovedani onlus, fin dalla sua costituzione, nel 1973, si impegna a trasmettere l’insegnamento che con la sua vita ha lasciato: la forza di credere in se stessi e nelle proprie risorse, di crescere grazie alla curiosità e alla disciplina, e di non lasciarsi piegare dalle avversità della vita, ma di affrontarle con coraggio e speranza per realizzare i propri obiettivi.

Quelli esposti non sono solo luoghi del passato, e oggetti in vetrina, ma racchiudono in sé un concentrato di storie ed esperienze, anche tragiche, che servono a sollecitare le domande fondamentali intorno alla identità delle persone, ad aggiungere storie e riflessioni alla nostra conoscenza, come stimolo all’esercizio della solidarietà e della buona volontà.

Abbiamo allestito questo museo perché il ricordo del passato è essenziale per vivere il presente con una maggiore consapevolezza.

Occorre ricordare la tragedia nazista, insieme agli altri episodi di sterminio del XX secolo, per saper riconoscere la deriva ideologica, nazionalista e razziale e frenarla sul nascere. E occorre anche avere sempre il riferimento, per trarne ispirazione, dagli esempi di chi, come Osiride Brovedani, con grandi sacrifici e parecchia tenacia, non ha mai perso la speranza, anzi: l’ha usata come chiave per costruirsi una vita nuova, per darsi un’altra possibilità e non rimanere inscatolato in un’esistenza di routine e insoddisfazione.

Raccontiamo una storia di successo nonostante la sofferenza, per comunicare la volontà di non arrendersi, di vivere a fondo la propria vita e la propria esperienza, di mettersi in gioco in prima persona e cercare di realizzare qualcosa di buono per sé e per la comunità in cui si vive e in cui si vuol lavorare.
Questa storia la raccontiamo attraverso le parole, i racconti, gli aneddoti di chi ha conosciuto Osiride: collaboratori, parenti, inquilini.